Aliante.it >> Storia e curiosità degli Alianti

Storia dell'Aliante

L'invenzione del primo, rudimentale modello di aliante è attribuita all'ingegnere britannico Sir George Cayley.

Si narra che il primo esemplare di aliante venne realizzato attorno al 1849, con l'obiettivo dichiarato di riuscire nell'impresa di far volare un essere umano. I primi esperimenti prevedevano l'utilizzo di zavorre, ma col passare degli anni Cayley non esitò ad avvalersi di persone in carne ed ossa.

I primi esperimenti furono realizzati con a bordo un figlio di un domestico, forse nemmeno adolescente, ma i risultati non furono soddisfacenti. Cayley però non si dette per vinto.

Quattro anni dopo, nel 1853, costruì un secondo esemplare, sul quale fece salire il suo cocchiere, John Appleby. L'aliante e il suo terrorizzato occupante furono lanciati dalla cima di una collina e, dopo una rapida planata, finirono rovinosamente al suolo.

Il cocchiere secondo le testimonianze dell'epoca dette le dimissioni, ma Sir George Cayley ebbe la soddisfazione di realizzare il primo volo umano della storia.

Poco prima del loro storico volo, anche i celebri fratelli Orville e Wilbur Wright effettuarono numerosi studi ed esperimenti su prototipi di Aliante, rivelatisi poi determinanti per la costruzione del primo aeroplano della storia

Durante la Seconda Guerra Mondiale furono utilizzati degli alianti per il trasporto delle truppe speciali in posizione avanzata rispetto alle linee nemiche. Ciò era possibile grazie alla silenziosità di questi mezzi che ne rendeva difficile l'individuazione.

Essi venivano trainati fino ad una certa quota e una certa distanza dall'obiettivo e, una volta sganciati, planavano fino al punto di atterraggio, spesso improvvisato, in cui venivano abbandonati. In seguito, l'uso in guerra di questi mezzi fu abbandonato.